Ciao a tutti, oggi volevo farvi conoscere una bellissima realtà che anche io ho scoperto da poco e cioè SangioBio, una San Giovanni tutta all’insegna del biologico, una manifestazione che si e’ svolta sabato 24 e domenica 25 settembre 2016.

Ecco cosa recita l’evento creato su Facebook:

Con l’Associazione “IL SORRISO IN TAVOLA” di Fiammetta Bianchini ed il comune di San Giovanni Lupatoto si è voluto creare un evento che porta i visitatori a conoscere ed approfondire il settore del benessere naturale biologico e biodinamico, con stand commerciali di eccellenze alimentari, medicine naturali, terapie olistiche e bionaturali, yoga, ayurveda, shiatsu, Reiki, cosmesi – igiene, massaggi, integrazione posturale, prodotti biologici, erboristeria.

Devo dire che questa descrizione non ha tradito le aspettative…io e la mia famiglia abbiamo visitato il SangioBio la domenica pomeriggio rimanendo tutta la giornata…

 

Abbiamo iniziato visitando gli stand, il primo che ho visto con piacere e’ stato quello di Flora Box Made in Italy un progetto nato da Andrea Bergantin e Giovanni Giavoni, dai quali sono stata anche contattata in fase embrionale del progetto.

Si tratta di una scatola di legno, che prima conteneva una bottiglia di vino, recuperata per ospitare tre tipi di spezie o piante officinali da scegliere tra le 14 varietà disponibili, le spezie vengono fornite in sacchetti con torba e semi in quantità proporzionata allo spazio dei comparti della scatola, seguendo le adeguate istruzioni in due settimane si iniziano a vedere i risultati.

 

Devo dire che e’ stata una gioia vedere il prodotto finito considerato che ho contribuito anche io al progetto, infatti ho fornito una consulenza come food blogger che cucina e mangia piatti vegani e vegetariani arricchiti da molte spezie e come persona che sfrutta le erbe e le spezie per tutti i ma anche per la parte del benessere derivante dalle erbe e dalle piante officinali.

 

Mi sono appassionata all’argomento anche grazie al Laboratorio fatto con Associazione Olistica Ayni con la presenza della Naturopata Daniela Merlo, magari siete interessati all’articolo.

Il tour e’ proseguito con una capatina all’Azienda agricola biologica Bonizzato Luca di Alpo di Villafranca, dove ho conosciuto Simonetta la moglie di Luca, una persona veramente solare e gentile, abbiamo parlato di come siano stati pionieri nella scelta di certificarsi Bio, scelta presa 30 anni fa, ed abbiamo parlato di cucina, di come mangiando molti alimenti con caratteristiche precise come frutta verdura, legumi, spezie…sia possibile prevenire molti disturbi e stare in salute,  o come sia possibile cambiando alimentazione migliorare o guarire da patologie importanti…Simonetta, che di lavoro fa l’odontotecnico trasmette l’idea di essere una persona instancabile perché ama i suoi lavori e vi si dedica con passione e umanità, abbiamo concluso la nostra bella chiacchierata con considerazioni sul credere ai propri sogni e “fare sempre quello che ti rende felice! Non impedirlo a nessuno”…

 

La cosa che piu’ ho apprezzato e’ che l’evento era per tutti, con interventi di esperti, show cooking, un speciale sottofondo musicale con il violino, e anche laboratori per bambini.

Cuocade’ ha coinvolto i bambini con allegria e simpatia attraverso una storia recitata dando molti spunti a livello di educazione alimentare per i presenti sia bambini che genitori. La seconda parte del laboratorio e’ stata dedicata alla preparazione di una ricetta…la mia bimba, che gia’ aveva fatto le orecchiette in un pretendete laboratorio, era entusiasta all’idea di poter stare con cuocade’, ho visto la gioia e la soddisfazione nel preparare da sola la sua merenda che poi ha mangiato volentieri, una bella mela con yogurt di soia…

 

Dopo aver cucinato ci siamo dedicati anche noi alla merenda, passando nella parte degli stand che avevano prodotti da gustare, la prima tappa obbligata e’ stata il Panificio Marconi, dove abbiamo gustato ottime crostate e muffin tutti vegani e con ingredienti particolari, Alessandro e la sua famiglia sono un gruppo di persone speciali che credono fermamente nel loro lavoro ma anche nel servizio che offre alle persone il loro lavoro, vendono prodotti che sono di alta qualita’ che non appesantiscono ma nutrono l’organismo, ma questa storia vela racconterò nell’articolo che proprio di loro parla che uscirà nel mese di ottobre.

 

Ho conosciuto e approfondito il Biologico nell’ambito dell’allevamento di animali, parlando con Andrea Zoccatelli titolare di una Macelleria e Gastronomia, collabora anche con Bioloc realta’ che anche io sostengo nel mio paese, date un occhiata all’articolo scritto in merito.

Con Andrea abbiamo parlato di rispetto dei tempi di crescita degli animali e degli spazi che necessitano per la crescita, di un regime alimentare controllato anche per gli animali, vaccini e antibiotici solo omeopatici e solo al bisogno, e dell’indotto ambientale e cioè dell’attenzione che viene posta alle conseguenze ambientali che alcuni processi hanno e quindi all’applicazione di procedure per la prevenzione per evitare di spendere energie e soldi per ripulire l’ambiente dalle conseguenze di allevamenti intensivi e poco rispettosi.

A questa bellissima conversazione si e’ unito anche uno dei soci della Primavera Coop, che ha al suo attivo 90 produttori biologici, promotori di progetti come il bio nelle mense scolastiche, argomento che molto mi ha colpita e stimolata a desiderare di saperne di più per una diffusione di questo pensiero.

La serata si e’ conclusa con un bel piatto della gastronomia tutto vegano, tris di risi, lasagna al forno vegana e fagioli, devo dire ottimo, ho visto molta allegria e soddisfazione nei volti dei produttori e delle persone presenti, ho avuto modo di vedere una bella realtà sensibile ad argomenti che altro non trattano che di volersi bene.

Ho conosciuto anche Fiammetta organizzatrice dell’evento, persona molto caparbia ed appassionata, lei segue progetti e si forma per condividere questo stile di vita sano, a dicembre faro’ un suo laboratorio di cucina ed allora uscira’ anche un bell’articolo, sicuramente…

Una bella giornata all’insegna dello stare in famiglia, del divertimento, della condivisione e anche della crescita personale, un bel plauso e all’anno prossimo SangioBio, magari con Chez Morandi;)

 

 

Facebook Comments