Eccovi la seconda delle 4 salse elaborate per le festività, dopo l’insalata russa veggy eccovi la mia personale interpretazione dell’Hummus ricetta tipica del medio oriente che possiamo gustare in ogni momento basta avere in casa delle proteine vegetali come ceci, fagioli o lenticchie e tanta fantasia, eccovi la mia ricetta.

Ingredienti per 4 persone:

500 gr di fagioli freschi o 250 gr di fagioli secchi

1 Alga Kombu

1 spicchio di aglio

1 pezzo di radice di zenzero

3 cucchiai di tahina

succo di 2 limoni

3 mazzetti di prezzemolo fresco

2 semi di cardamomo

1 frutto di pepe nero lungo del bengala

2 cucchiai di olio evo

sale

Tempo di preparazione 1 ora:

Per prima cosa dedicatevi alla cottura dei fagioli, io ho usato quelli freschi trovati al mercato appena sgranati, li ho coperti a filo d’acqua con alga Kombu per mantenere la buccia morbida, uno spicchio di aglio sbucciato ed un pezzetto di radice di zenzero sbucciata, li ho lasciati bollire per 30 minuti, se invece usate i fagioli secchi li dovete reidratare per almeno 8 ore poi bollire per almeno un’ora, una volta cotti lasciate raffreddare.

 

Ed ora la cosa più semplice prepariamo la salsa, in un frullatore inserite il pepe nero ed il cumino e tritate finemente, togliete la scorza del cumino e poi inserite il prezzemolo lavato e tritatelo, aggiungete i fagioli, la tahina, il succo dei limoni, un paio di cucchiai d’acqua, il sale e 2 cucchiaini di olio evo, lasciate che il tutto diventi una salsa morbida ed omogenea, le spezie gli regaleranno un profumo che mi ha subito portato in una baita di montagna.

 

I consigli della Chez:

Ci sono tre ingredienti in questa ricetta ricchi di proprietà nutritive:

  1. Tahina: e’ una pasta preparata dai semi di sesamo che vengono prima tostati e poi tritati e amalgamati con l’olio, ricca di vitamine del gruppo B e di minerali: ferro, calcio, magnesio, fosforo e zinco, grazie a queste proprietà aiuta il corretto funzionamento dello stomaco e dell’apparato digerente. Inoltre, ci sono sostanze che hanno effetti antiossidanti che contrastano l’invecchiamento e l’insorgere del colesterolo.
  2. Pepe nero lungo del bengala: le medicine tradizionali, indiana e cinese, gli attribuiscono molte proprietà, tra cui quelle analgesiche, afrodisiache, si dice che puo’ essere usato per tosse, raffreddore, febbre, e per una varietà di patologie dello stomaco.
  3. Cardamomo: La medicina ayurvedica considera il cardamomo un’ottima cura per problemi al sistema urinario, per la tosse, mentre la medicina tradizionale cinese lo usa per il mal di stomaco, è un rimedio naturale molto utilizzato in India per la cura dei denti e le infiammazioni gengivali, per tosse e raffreddore, per problemi di digestione e intestino irritabile.

Una ricetta semplice e veloce ricca di nutrienti, poterne e profumi, un ottima salsa che si accompagna per esempio con un pinzimonio…e allora why not!!! Buon appetito:)

Facebook Comments