Ciao amici, eccomi con una nuova idea buona per un secondo di pesce semplice e gustoso i totani ripieni, magari uno spunto per un secondo per la Vigilia di Natale. Questa ricetta l’ho fatta la scorsa primavera con un amico appassionato di cucina, che mi ha insegnato degli ottimi ripieni, infatti in base alla stagione possiamo scegliere fichi, castagne, frutta secca, insomma possiamo far volare la fantasia.

Per questa ricetta la mia musa ispiratrice e’ stata la mia piccola V, siamo andate assieme a fare la spesa dall’amica Paola che “spaccia” la verdura raccolta la mattina nel campo. La Piccola V appena entra nella rivendita chiede subito se ci sono i pomodorini, sono la sua verdura preferita, io le spiego che ora non sono di stagione, ma Paola riesce ad accontentarla in quanto ne ha una cassetta arrivata dal suo fornitore Siciliano e quindi ecco da dove nasce il nome della mia ricetta…Dagli abissi del mare: Totani ripieni fuori stagione! Eccovi la ricetta.

Ingredienti per due persone:

4 Totani

10 pomodorini datterino

10 olive nere di cerignola

1 manciata di capperi

1 cipolla rossa di Tropea

100 gr di erbette o spinaci

Tempo di preparazione 60 minuti:

Come prima cosa mettete i capperi a bagno per togliere il sale ed ora rimboccatevi le maniche mettete i guanti e pulite i Totani

Iniziate tirando via la pelle sotto un filo di acqua corrente fredda, staccate la testa ed i tentacoli che vi servono per questo con la punta di un coltellino togliete gli occhi, schiacciate con le dita per farli uscire. Pulite quindi l’interno del totano aiutandovi con le dita eliminate la cartilagine interna ed estraete le interiora ed anche la sacca dell’inchiostro sciacquatelo bene in acqua corrente.

Ora prendete le teste con i tentacoli e tagliateli a cubetti, lo stesso per i pomodori, le olive e la cipolla, aggiungete i capperi mescolate il tutto in una boulle con olio sale e pepe ed imbottite i Totani chiudendo l’estremità con lo stuzzicadenti. Scaldate una padella con un filo di olio e rosolateli bene su tutti i lati, passateli in forno a 185 gradi per 40 minuti.

Le erbette o bietine come le chiama Paola, vanno pulite come gli spinaci, riempite il lavandino di acqua ed   immergete la verdura, aiutatevi con le mani per lavarli muovendoli, con una schiumarola li raccogliete e li mettete in uno scola pasta, ora controllate il fondo del lavandino e se c’e’ molta terra svuotate il lavandino pulite bene e rifate questo passaggio, poi asciugatele con una centrifuga la stessa che usate per l’insalata, togliete il gambo sfilandolo e poi per la cottura le passate in padella calda con olio sale e pepe giusto un paio di minuti.

Ora sfornate i totani, li ripassate in padella per rosolarli bene, li tagliate con un bel coltello affilato o a meta’ o a rondelle, li servite su un letto di erbette e Buon Appetito!

I Consigli della Chez:

La cipolla la potete anche caramellare e poi inserire come ripieno guadate qui la ricetta delle cipolle rosse di tropea caramellate.

I totani fanno parte della famiglia dei molluschi più precisamente dei cefalopodi, hanno un buon apporto proteico ma sono sconsigliati a chi ha problemi di colesterolo, quindi potete mangiarli magari una volta al mese per variare.

Il pesce lo mantengo ancora nella mia dieta ma deve essere assolutamente fresco quindi come fare per riconoscerne la freschezza: l’occhio deve essere bombato, le branchie rosso fuoco, le squame devono togliersi con molta difficolta’, il pesce deve essere abbastanza rigido e non deve emanare odore.

 

Facebook Comments