Ciao a tutti, dopo mesi di silenzio ho deciso di iniziare nuovamente a caricare ricette nel mio Blog, il destino di questo diario di ricette doveva essere un altro a fine anno e per questo era rimasto in sospeso nel limbo, ma oggi più che mai abbiamo tutti bisogno di condividere messaggi positivi e sentirci vicino ognuno con i propri talenti, ed il mio ovviamente è la solarità e la cucina.Oggi vi propongo la ricetta di un dolce che secondo me rappresenta al meglio l’incrocio delle terre che mi circondano, come in un abbraccio virtuale eccovi la ricetta della Sbrisolona, una torta che deve il suo nome alla sua consistenza che si sbriciola in realtà nel gergo della pasticceria si può tranquillamente parlare di Crumble; è un dolce che si prepara sia a Mantova che a Verona ed io abito proprio a metà strada tra queste due bellissime città.

Mi piace proporlo sempre alla fine di un servizio a domicilio come piccola pasticceria che accompagna il caffè, indicatissimo per i light lunch dove un dessert vero e proprio non viene richiesto dal cliente come vedete nella foto sotto, qui mi trovo presso l’area degustazione della Famiglia Tommasi Viticoltori a Pedemonte.

Io per esigenze di allergie all’uovo e latticini preparo la torta Sbrisolona con le mie varianti che gli donano quel tocco di originalità che la contraddistingue dalle altre, attenzione le mandorle sono una parte fondamentale di questo dolce quindi questa ricetta và evitata per chi ha problemi con la frutta secca.

Ingredienti per una Sbrisolona

150 gr di farina fioretto di mais

150 gr di farina per dolci

150 gr di zucchero di canna Brown

90 gr di olio di semi di girasole freddo

80 ml di bevanda alla mandorla freddo (Condorelli è il top)

150 gr di mandorle alcune sbriciolate altre intere

Tempo di Preparazione 1 ora e 30 minuti

Mettete in frigo olio e bevanda alla mandorla almeno 30 minuti prima di iniziare poi procedete con il  una boulle ed unite le farine e lo zucchero di canna e mescolate bene, con il frullatore ad immersione emulsionale la bevanda alla mandorla con l’olio a filo per incorporare aria.

Versate il composto ottenuto con il mixer nella boulle e con le mani create il crumble cercando di inumidire tutto e creando dei grumi, poi aggiungete le mandorle, tenete un pò intere da mettere sopra alla fine, strizzando sempre con le mani come se stesse giocando con la sabbia, mettete tutto in uno stampo da torta da 28 cm senza schiacciare troppo l’impasto, successivamente lasciate riposare in frigo per 30 minuti in basso dove è più freddo.

Accendete il forno a 160 gradi ventilato e lasciate cuocere per 45 minuti, la superficie deve diventare marroncina e dovete sentire il profumo in tutta la casa, ecco in quel momento la torta è pronta, questi due fattori valgono per tutte le cotture al forno, è ovvio che quando sentite puzza di bruciato è troppo tardi, ora non vi resta che mettervi alla prova e buon appetito!

I Consigli della Chez:

  • Lo sapevate che il Mandorlo che è l’albero dal quale nascono appunto le Mandorle ha origini Nord Africane e della Provenza, e che il frutto ha diversi apporti calorici che sia fresco o essiccato, se ne consigliano dalle 6 alle 15 al giorno in quanto hanno un apporto calorico alto, molto adatte ad una dieta vegetariana;
  • La bevanda alla Mandorla aiuta a calmare gli spasmi e le infiammazioni dello stomaco e dell’intestino, le palpitazioni e le tossi spasmodiche;
  • Avete mai bevuto il caffè Leccese? Si tratta del caffè con un cucchiaino di sciroppo di Mandorla, è molto calorico perché lo sciroppo ovviamente è un concentrato di zucchero però se voi al mare fate un pranzo leggero potete anche concedervi una dolce carica di energia che consiglio vivamente.

Vi ho parlato dei miei servizi a domicilio e della collaborazione con l’Azienda Vitivinicola Tommasi se vi interessa cliccate qui e vedete tutte le recensioni dei miei clienti se avete dei dubbi scrivete pure una mail, alla prossima ricetta, buonissima giornata la Vostra Chez!

Facebook Comments