L’arrivo dell’Estate racchiude emozione ed eccitazione, la stagione estiva per noi Italiani vuol dire giornate lunghe, il sole sulla pelle, l’arrivo di tanta verdura e frutta che abbassa la nostra temperatura corporea ed innalza il livello di soddisfazione, energia positiva che si scatena, voglia di conoscere nuovi scenari e nuove persone, visitare luoghi e vivere situazioni, abbiamo la sensazione che tutto è possibile e tutto può accadere, così anno dopo anno, con l’innocenza di un bambino aspettiamo l’estate!

L’Estate 2020 inizia con i primi respiri ed i primi sorrisi sotto una protezione che colorata, chirurgica, filtrata o fatta in casa ci dà la possibilità di uscire e riprendere piano piano la nostra vita. Casa: il luogo dove in questi ultimi mesi ci siamo sentiti al sicuro ma anche in prigione, ed ora nella fase 3 possiamo uscire e la nostra casa diventa l’Italia intera a partire dalla nostra regione, con questo spirito nascono iniziative volte ad aprire finestre e scorci sulle bellissime realtà che ci sono nel nostro paese, grazie al Consorzio dei Vini dei Colli Euganei, un gruppo di food blogger di AIFB, hanno avuto la possibilità di valorizzare, attraverso una ricetta, i vini DOC e DOCG di questo territorio unico nel suo genere.

Io ho avuto il piacere di conoscere i vini dell’Azienda Agricola Barbiero di Cinto Euganeo frazione di Valnogaredo, i vini me li ha consegnati Giovanni Barbiero in persona raccontandomi la storia della Cantina e le caratteristiche dei suoi tesori: il vino Serprino DOC ed il vino che ho scelto di utilizzare ed abbinare alla mia ricetta il Fior d’Arancio DOCG dei Colli Euganei.

Morbido, dolce, fresco, frizzante, amabile

Queste sono le 5 parole per descrivere questo vino che mi ha ispirato per una ricetta dolce, ho preso la ricetta del ciambellone e l’ho adattata per preparare dei muffin ai quali ho accostato delle ciliegie cotte in vasocottura con all’interno questo nettare, mi sono immaginata di preparare un piccolo aperitivo dolce, una merenda pomeridiana, per la mia migliore amica che da tempo non posso vedere, perché si trova in un’altra regione e che di lavoro fa l’infermiera in terapia intensiva, lei si chiama Daria e a lei ho dedicato questa ricetta, pensando a noi due fra chiacchiere e abbracci dati solo con il cuore, sopravvissute a questa inaspettata pagina di storia che stiamo scrivendo.

Brindo alla dolcezza che spazza l’amarezza di un abbraccio non dato ad un’amica del passato, brindo a chi allieta tavole e banchetti con vini perfetti, brindo all’incertezza della vita che nel lockdown si è percepita, brindo a tutti gli Italiani che dal Covid ne escono più umani.

Ingredienti per 9 Muffin:

150 gr Farina tipo 1

2 Uova intere medie

100 gr zucchero

100 ml olio evo

75 ml Bevanda al cocco

7 gr lievito per dolci

1 cc bicarbonato

1 pizzico di sale

buccia di 1 lime

q,b, granella di zucchero

Ingredienti per le ciliegie ai Fiori D’Arancio:

500 gr ciliegie denocciolate

1 cc zucchero a velo

buccia di 1 lime

1o foglie di menta

100 ml di Vino Fior d’Arancio Colli Euganei DOCG Cantina Barbiero

1 vaso adatto alla vaso cottura

Tempo di preparazione 45 minuti:

In una boulle mescolate con una frusta tutti gli ingredienti dei muffin, ora ungete gli stampi, alla base mettete la granella di zucchero e poi dividete l’impasto, io mi aiuto con un porzionatore da gelato, utile e preciso. Infornate a 170 gradi, forno statico per 30 minuti livello centrale.

Ora concentratevi sulle ciliegie, riponetele lavate e senza nocciolo all’interno di un barattolo adatto alla vaso cottura, ve bene anche un classico Bormioli 4 stagioni, inserite la menta, la buccia del lime, lo zucchero a velo ed il vino Fior d’Arancio, servirà per dare aromaticità, grado alcolico e anche l’acidità alle vostre ciliegie.

Passati i 20 minuti di cottura della torta inserite nel forno le ciliegie nel barattolo chiuso, se il barattolo ha la guernizione mi raccomando toglietela, la metterete a fine cottura, quando il timer suona spegnete il forno, togliete i muffin e lasciate le ciliegie dentro a raffreddare.

Ora non vi resta che impiattare i muffin, sfruttate il succo delle ciliegie per la base del piatto e appoggiate sopra il muffin, ora mettete le ciliegie e spolverate con zucchero a velo, versatevi due bicchieri di Vino Fior d’Arancio Colli Euganei DOCG spumantizzato, vitigno moscato giallo, mi raccomando fresco a 6° fate un brindisi a questa meravigliosa estate.

I Consigli della Chez:

  1. Quando ho fatto l’accademia per diventare cuoco nel 2017 nelle materie c’era anche enologia, ho acquisito nozioni base ma che aiutano a capire come abbinare i vini, e con stupore ho appreso che il vino dolce si abbina perfettamente ai dolci, sopratutto a quelli con frutta secca o frutta fresca, mentre i vini rossi stanno benissimo con i formaggi, gli spumantizzati puliscono il palato e lasciano freschezza al palato, quindi sono adatti anche a cibi grassi.
  2. Se desiderate conservare a lungo le ciliegie dovete tenerle chiuse e lasciarle raffreddare nel barattolo dove di creerà il sottovuoto, se avete tolto la guarnizione dal barattolo una volta tolti dal forno ancora bollenti rimettetela e chiudete, scrivete la data e mangiatele entro un paio di mesi, sono perfette sul gelato, oppure su una granita.
  3. Estate 2020 prendete la cartina ed iniziate a visitare la vostra regione, cantine, caseifici, Aziende Agricole, occasione per fare 4 passi all’aria aperta e dare valore al duro lavoro di contadini e allevatori che durante il Covid mai si sono fermati, che ogni giorno portano sulle nostre tavole e quelle di tutto il mondo le eccellenze Italiane.

Se vi è piaciuta questa ricetta vi consiglio anche i muffin al cioccolato buoni per tutti perchè senza lattosio e uova.

 

Facebook Comments