Ciao amici, proseguiamo il percorso di alleggerimento fegato che ogni primavera il nostro corpo necessita,  il caldo e’ gia’ bello tosto e questo e’ un motivo in più per integrare con molta acqua, sali minerali e potassio, sostanze che troviamo nelle verdure consumate crude; per farvi capire che una ricetta cosi’ e’ alla portata di tutti, in cucina alla preparazione ho invitato Cinzia delle Sorelle Martini, Cinzia e’ molto tradizionalista ma altrettanto curiosa e quindi si e’ prestata con molta apertura a cucinare ed assemblare la ricetta, scoprite se le e’ piaciuta…

Cinzia mi ha chiesto se in questo periodo sono fissata con il crudismo, in quanto le propongo sempre più spesso ricette senza cottura, devo essere sincera io amo particolarmente questo tipo di alimentazione in quanto le cotture generano sempre un’alterazione dei gusti e della chimica degli alimenti, mangiare l’alimento come si presenta nella sua originalità ti da’ modo di assaporarlo per quello che e’, di assimilare tutte le sue proprieta’, a volte less is more, e la soddisfazione del cuoco sta’ nella ricerca dell’ottima materia prima che ti permette appunto di servire verdure e frutta crudi, e nelle tecniche di taglio e di condimento che esaltano o rovinano il piatto, e le mille varianti che un tema come il crudo permette di sviluppare. Eccone una per voi, ricordate e’ solo uno spunto, siete voi gli artisti!

Ingredienti per 4 persone:

1/2 Sedano Rapa

2 gambi di Sedano

1 Arancia

2 limoni

6 Champignon

10 Noci

A piacere Curcuma, sale, pepe, olio evo, zenzero, aceto di mele

Tempo di preparazione 15 minuti:

Iniziate con il lavare tutte le verdure tranne i funghi che non vanno bagnati ma solo puliti con un pezzo di carta, successivamente per ogni verdura procedete con un taglio ed un condimento diverso, per il sedano rapa dovete prima togliere tutta la parte esterna e bitorzoluta a coltello e poi con la grattugia a buchi grandi lo grattugiate tutto e lo condite con curcuma, olio evo, sale e pepe, lo lasciate a riposare ed assorbire il condimento.

Passate al sedano, togliete e tenete le foglie, mentre i gambi li tagliate al coltello, condite con limone ed una grattugiata di zenzero, l’arancia la tagliate a vivo con un coltellino seghettato, tipo quello da pizza per capirsi, togliete la buccia e poi tagliate gli spicchi e fatene dei cubetti, gli champignon li tagliate a fettine, e le noci le tritate al coltello.

Per evitare spreco ed abbellire il piatto ho fatto anche una salsa con le foglie di sedano, il succo di limone, l’olio, sale, pepe, aceto di mele e lo scarto delle arance, nel frullatore ad immersione si frulla tutto fino ad ottenere una salsa omogenea.

Ora procedete all’impiattamento, il sedano rapa alla base, i funghi sopra con le arance e le noci, il sedano a guarnire il piatto e la salsina alla fine, un pizzico di pepe…”La Morte sua”! E buon Appetito.

I Consigli della Chez:

Volevo continuare il discorso della depurazione, si consiglia anche nella quotidianità di evitare, in questo periodo, di utilizzare meno profumi possibili, in quanto anche queste sostanze vanno inalate e rallentano la depurazione dell’organismo e del fegato.

Il taglio delle verdure diverso e’ molto radicato nella cultura orientale, in quanto in base a come vengono trattate le verdure sprigionano energia, l’energia che noi doniamo ai cibi viene poi da noi ingerita ed assimilata, vi capita mai che in giornate no il vostro piatto riesca male, oppure in giornate tristi cucinare vi metta di buon umore, facendo tutti parte di un unico universo siamo un continuo scambio di energie.

La stagione ed il nostro territorio sono la base ideale per un alimentazione ricca di verdura coltivata a pochi passio da casa nostra, molti hanno gli orti, ed ora più che mai e’ il momento di mangiare fresco e veloce, approfittiamone, fin da piccola ho sempre pensato che ci sono dei cibi per l’estate e dei cibi per l’inverno…adesso diamoci pure dentro con il crudo, ma attenzione la materia prima deve essere di qualità, altrimenti ingeriamo anche sostanze nocive al nostro organismo. Io ho iniziato a coltivare le aromatiche in terrazzo, nei vasi…Why Not!!!

Se l’argomento vi e’ piaciuto guardate anche la Ricetta degli Asparagi Crudi, una delizia che i miei clienti hanno promosso in pieno!

Facebook Comments