Ciao amici, direi che mai come in questo periodo i Biscotti di Natale sono azzeccati, li ho fatti per la mia piccola e per tutti i suoi compagni di catechismo, per una merenda gustosa e buona per tutti, avendoli pensati per i più piccoli lo zenzero l’ho baipassato, ho preparato una frolla vegan ed ho scatenato la fantasia.

In questo periodo mi piace accendere le canzoni Natalizie, una volta mettevo sempre lo stesso cd ed insieme alla mia Mamma addobbavamo la casa, ora lo faccio con  la mia piccola V accendendo Spotify! E riaffiorano tutti i ricordi di infanzia: la Santa notte che il coro della Chiesa cantava casa per casa, la notte di Santa Lucia ero terrorizzata ad ascoltare ogni movimento, ben nascosta sotto le coperte “de Bombanson” a sudare come un’anguilla…e piano si arrivava alla vigilia, tutti a Messa aspettando che arrivasse il Bambin Gesu’, bisognava arrivare presto perché i banchi erano pochi, e potete immaginarvi tutte le mamme e le nonne con le pellicce, occupavano lo spazio di due persone…tra canti commoventi e preghiere piene di speranza io ci lasciavo sempre una lacrimuccia, ancora adesso…e alla fine della Celebrazione visita obbligata al Presepe fatto dai papa’, che ogni anno escogitavano marchingegni per rendere automatizzato il mulino, l’acqua vera che scorreva, la notte ed il giorno che si alternavano…fuori dalla Chiesa vin Brule’ e cioccolata calda per tutti, e 30 minuti passati a farsi gli auguri e poi a casa che il giorno dopo alle 8 gia’ i pentoloni ribollivano, di Peara’, brodo di carne per i tortellini e lesso…ma come a me alla mia mamma piaceva cucinare e la vedevo sommersa dai libri a fare ricette innovative per stupire tutti…e poi la festa iniziava, minimo 25 persone…e si finiva con la tombola, e il capo famiglia teneva sempre il tabellone e via di 100 lire…Mitico!I biscotti di Natale mi ricordano i film americani, vogliamo parlare di “Mamma ho perso l’Aereo”, credo che fino a Febbraio dell’anno successivo a tavola continuavamo a dire: “Passa a Kevin…Kevin non c’e’!”…e non dimentichiamo il mitico film Walt Disney del 25 Dicembre ovviamente solo classici!

Gli anni passati in montagna, eravamo almeno 4/5 famiglie, potete immaginare che gioia e che divertimento, ci sono stati anni che avevamo una cascina enorme tutta di legno, sembrava la Casa nella Prateria, la mia amica Elena infatti la chiamavo Laura Ingalls, i nostri genitori erano trentenni, simpatici  direi comici, con tanta voglia di vivere e divertirsi, mi ricordo le scenette di capodanno, i fuochi d’artificio, le tute intere per la montagna con colori sgargianti, montagne di neve, le macchine che scivolavano sul ghiaccio, la mancia del nonno al primo dell’annoora basta perché il viale dei ricordi e’ cosi’ piacevole e caldo per me che ci rimarrei giorni interi…eccovi la ricetta.

Ingredienti per 40 biscotti:

Per la Pasta frolla:

350 gr Farina tipo 1

80 gr Farina di avena

70 gr Farina Integrale

150 gr di zucchero moscovado oppure potete usare 15o gr di agave

140 ml di olio di girasole o 80 gr di margarina

100 ml di acqua

50 ml di bevanda vegetale (mandorla o soia)

1 cucchiaino di polvere di Vaniglia o mezza bacca

8 gr di Cremor tartaro o di lievito per torte

Per la decorazione:

Cioccolata fondente e bianca

Zucchero a velo

Tempo di Preparazione 60 minuti:

Iniziate facendo sciogliere lo zucchero nei liquidi, cioè’ nell’acqua e nella bevanda vegetale, mescolate con un frusta, quando diventa omogeneo aggiungete il grasso da voi scelto o olio o margarina e mescolate nuovamente.

Setacciate le farine che si sono appesantite nel sacchetto, aggiungetele al composto di prima ed impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo, fate una palla ed inseritela nella pellicola, lasciate riposare in frigo  almeno per 30 minuti.

Dividete la pasta in 4, stendetela con il matterello tra due fogli di carta forno, stampatela con le formine, ed infornate per 20 minuti in forno ventilato a 160 gradi, lasciate raffreddare sulla una griglia che possa passare dell’aria sotto.

Ora tagliate il cioccolato a pezzettini, scaldate a bagno maria: in un pentolino riempito a meta’ dell’acqua, il cioccolato lo mettete in un’atro pentolino più piccolo che appoggiate sull’atro in modo che si scaldi il fondo a contatto dell’acqua, mescolate bene con un lecca pentola, mettete il composto nella sac a poche e fate i decori che preferite, una spolverata di zucchero a velo ed il gioco e’ fatto…ed ora non mi resta che dirvi Buone Feste!

I Consigli della Chez:

Ottimizziamo i tempi sarebbe meglio se riusciste a preparare la sera prima la pasta frollare farla riposare più tempo possibile in frigo, se decidete di utilizzare una farina senza glutine questo e’ fondamentale, consiglio farina Shar.

Se invece volete ottenere delle focaccine potete utilizzare la farina per panificare invece di quella per dolci, una proposta originale per una merenda golosa.

Per la decorazione io mi sono costruita una sac a poche con la carta forno, ma voi potete usare uno stuzzicadenti o una sac a poche che trovate anche al supermercato.

Se volete una ricetta per una torta della salute eccovi la mia torta al cioccolato.

 

 

 

Facebook Comments