Ciao amici, il 14 Ottobre scorso sono stata a Caldogno Vicenza insieme ad un gruppo di amiche dell’Associazione Italiana Food Blogger: Paola autrice del blog Prelibata, Erica e Marinna del Blog Sapori e diSSapori e Daniela Boscariolo autrice del Blog Timo e Lenticchie , insieme abbiamo scoperto e parlato del Mais Pignoletto d’oro dei Grani antichi e delle De.Co. presso Villa Caldogno restaurata e messa a disposizione della comunità, successivamente siamo state ospitate presso la Trattoria Molin Vecio dove abbiamo assistito ad una dimostrazione di cucina del grande Cuoco Amedeo Sandri, che ha cucinato per noi ma ci ha anche fatto capire che la cucina e’ amore per la terra e per noi stessi, non serve essere Master Chef per cucinare un buon piatto ma si deve amare quello che si fa!

Mi e’ stato regalato un pacchetto di Farina Di Mais di Pignoletto d’Oro Di Rettorgole, una varietà di Mais antica locale coltivata fino a 150 anni fa’, ho voluto creare una ricetta che potesse essere facile e gustosa ed ovviamente leggera e con verdura di stagione, lo gnocco rappresenta per me la tradizione che pero’ può essere rivisitata e valorizzata, eccovi la mia ricetta dello Gnocco di Mais.

Ingredienti per 4 persone:

500 gr di Patate lessate in acqua salata

100 gr di Farina di Mais Pignoletto d’Oro di Rettorgole

200 gr di Farina Tipo 1

1 vasetto di Salsa di pomodoro

1/2 cavolo cappuccio romano

15 Mandorle

1 limone

Sale, pepe, olio evo

Tempo di preparazione 60 minuti:

Iniziate con la cottura delle patate, fate bollire l’acqua e salatela, pelate le patate e tagliatele a pezzetti, tuffatele nell’acqua in ebollizione per 15 minuti, devono essere molto cotte, successivamente tritate la farina di mais per facilitare l’impasto e la cottura.

Schiacciate le patate ed impastatele con le farine, successivamente dividete l’impasto in piccoli quantitativi e lavoratelo, io ho creato delle strisce e tagliate, per la gioia della mia piccola abbiamo creato degli gnocchi a forma di sfera ed anche un gnocco classico con l’aiuto della forchetta.

Ora potete utilizzare la stessa acqua delle patate e sbollentare velocemente il broccolo che avrete diviso in cimette in modo che il tempo di cottura si riduca a massimo 5 minuti, scolate e tenete l’acqua,   frullatele e aggiungete acqua per creare una crema e alla fine aggiungete olio evo per creare una emulsione lucida e cremosa, la salsa di pomodoro l’ho preparata questa estate, ma voi potete utilizzare pomodori freschi, in una casseruola con olio e cipolla se gradite, fateli appassire e poi frullate il tutto.

La frutta secca e’ la parte croccante, ma mi raccomando, tostate sempre la frutta prima di utilizzarla in un padella calda, quando sentite il profumo della frutta secca sono pronte, poi le potete trovare al coltello oppure nel frullatore.

Ora passate alla cottura dello gnocco, acqua bollente e poco salata, quando vengono a galla sono pronti, spadellateli velocemente nella salsa di pomodoro, impiattate con sotto la salsa di broccolo, e sopra una spolverata di mandorle tritate, ed ora non mi resta che dirvi Buona Appetito!

I Consigli della Chez:

  1. Consumare grani e farine antiche aiuta a preservare la biodiversita’ che giova all’ambiente ma anche a noi, le farine derivanti dai grani antichi non necessitano di diserbanti e concimi e non sono state modificate dall’uomo per aumentarne la resa.
  2. Il valore nutritivo e’ molto alto, mentre il contenuto di glutine e’ molto basso, un ottimo sapore ed una tenuta alla cottura eccezionale.
  3. La farina che viene macinata a pietra contiene più fibre e quindi il  processo digestivo e’ più lungo, per questo non sia ha un picco glicemico ma una curva costante della glicemia, potete immaginare quanto giovi alla salute.

Se sei curioso di sapere quali sono le attività che svolgiamo come Associazione Italiana Food Blogger ti invito a dare un’occhiata al mio resoconto sulla giornata Passata alla Joia Accademy di Milano.

Facebook Comments